Sandro Pesato nasce a Torino il 6 aprile 1946 da Attilio e Diana. Cresce nella sua amata citta’ frequentando scuole e collegi prestigiosi per l’ epoca abbandonando pero’ gli studi per il suo carattere poco propenso a sottostare alle regole e alla disciplina. All’eta’ di 15 anni utilizza una vecchia macchina fotografica del padre e comincia cosi’ i suoi primi scatti rivolti a tutto cio’ che attrae la sua attenzione. Inizia tutto come un hobby che pero’, con il passare del tempo, diventa una vera passione. A 28 anni si trasferisce con la famiglia a Imperia dove continua il suo lavoro da “postale” con poco entusiasmo non trascurando mai la fotografia che diventa la sua vera passione. Paesaggi, fiori, animali, natura………..ogni cosa cattura la sua attenzione facendo si che le sue capacita’  migliorino giorno per giorno.  Nel 1986 a Imperia una grande manifestazione fa la sua apparizione…………il primo Raduno delle Vele d’ Epoca. Chiamato dall’ Amministrazione Comunale e da altre Associazioni diventa il fotografo ufficiale di tale evento. Scatti su scatti…….alcuni buoni altri meno ma il tutto lo porta a grandi soddisfazioni e soprattutto ad amare il mare e il mondo della vela. Da allora ha fatto sua ogni manifestazione ottenendo premi e riconoscimenti riuscendo anche ad esporre in permanenza a New Port citta’ gemellata. In venticinque annidi professione ha fotografato les Voiles d’Antibes, le regate a Cannes, Mentone, Viareggio, Savona e tanti altri eventi custodendo un archivio non indifferente. Fino al 2008, anno della sua ultima partecipazione, quando, gia’ malato, partecipo’ alle sue ultime regate riuscendo, nel frattempo, a pubblicare un libro nel quale si racchiudono i suoi scatti migliori. Libro contenente numerose recensioni di giornalisti e colleghi ma una colpisce particolarmente………………” Chiamatemi Ismaele. Qualche anno fa, non importa quando esattamente, avendo poco o nulla in tasca, e niente in particolare che riuscisse a interessarmi a terra, pensai di andarmene un po’ per mare, e vedere la parte equorea de mondo.” E cosi’ fece come il Capitano Achab……….fino al 26 novembre 2010 quando penso’ di esplorare un altra parte del mondo……………il cielo!

Share This